Houston schiacciasassi, Bucks al tappeto: sono 13! Riscatto Boston, Cavs ok

houston milwaukee




Houston, decisamente non abbiamo un problema! Anzi. La truppa di Mike D’Antoni viaggia a vele spiegate: ieri sera è arrivata la tredicesima vittoria consecutiva grazie al successo casalingo contro i Milwaukee Bucks (115-111). Diciannovesima affermazione nelle ultime 20 gare per i Rockets, che continuano ad avere il miglior score in NBA: un cammino finora davvero entusiasmante, e in città più di qualcuno comincia a credere in quel sogno chiamato anello.

Anche ieri Houston è riuscita a spuntarla con il talento sopraffino dei suoi due maggiori interpreti: James Harden ha infilato 31 punti nonostante delle noie al ginocchio, Chris Paul ha totalizzato 25 punti e ha servito anche 6 preziosi assist, a dimostrazione ulteriore dell’ottimo stato di forma della coppia che sta schiantando la Lega.

L’avversario era un osso davvero duro: i Bucks hanno giocato un primo tempo ad alto ritmo, mettendo spesso in difficoltà la difesa di D’Antoni. Antetokounmpo è il solito, con 28 punti, 9 rimbalzi e 5 assist, ma anche Middleton (23 punti) e Brogdon (20) hanno creato più di un problema ai Rockets. A metà gara il punteggio è di 55 pari, ma nella ripresa Houston trova le energie giuste dalla panchina, grazie al supporto decisivo di Nene e Gordon. Milwaukee barcolla ma non molla, resiste all’urto e nel finale torna a 4 punti dai padroni di casa, spaventando il Toyota Center. Ci pensa Paul a chiudere il discorso, riportando i Rockets avanti di 7 a 30 secondi dalla sirena.

Se a Ovest il duello tra Houston e Golden State è sempre più appassionante, nella Eastern non è da meno quello tra Boston e Cleveland. La franchigia del Massachusetts cancella la brutta sconfitta contro Utah e va ad espugnare il parquet dei Memphis Grizzlies (93-102) nonostante i 30 punti di Gasol; i Cavaliers regolano proprio i Jazz (109-100) alla Quicken Loans Arena, trascinati da un formidabile LeBron James. 29 punti, 11 rimbalzi e 10 assist per “King James”, che mette dentro la 60esima tripla doppia in carriera (sorpassato Larry Bird al sesto posto all-time) e spinge i Cavs sempre più su.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi