Houston è un rullo: ko anche i Clippers (101-96). Troppo DeRozan per Indiana

houston clippers




Houston, al momento, è la migliore squadra dell’NBA. Ventesima vittoria nelle ultime 21 gare, miglior record nella Lega e la soddisfazione del mantenere dietro una corazzata come i Golden State Warriors nella Western Conference. La gara di ieri ha detto quello che già sapevamo: i Rockets sanno portare a termine ogni missione, anche quando l’avversario sembra in grado di poter giocare un tiro mancino agli uomini di Mike D’Antoni.

In effetti il match di ieri sera al Toyota Center è stato decisamente equilibrato, con i temibili Clippers che hanno spaventato per lunghi tratti della contesa i padroni di casa. Sono soprattutto Tobias Harris (29 punti complessivi) e Austin Rivers (20) a far venire il mal di testa alla difesa texana, che nel primo tempo va sovente in difficoltà. Se ci si aggiunge che nella prima parte del match Harden e compagni sembrano avere le polveri bagnate, non può stupire che i losangelini riescano ad andare al riposo sopra di quattro lunghezze.

Ma Houston è un team che sa quando è il momento di affondare la lama. Nel terzo quarto gli uomini di D’Antoni si svegliano dal torpore: Eric Gordon è il trascinatore, con 11 punti dei suoi 23 totali nel solo terzo periodo. Il parziale dei Rockets (36-16) è di quelli che abbatterebbero un elefante, ma i Clippers tirano fuori l’orgoglio e si rifanno sotto. Rivers riporta gli ospiti a soli due punti quando mancano 52 secondi alla sirena, ma nei momenti di difficoltà viene fuori sempre il talento del campione: James Harden (24 punti e 7 assist) prima mette dentro il jumper del +4, poi è infallibile dalla lunetta. Il Toyota Center è in visibilio, Houston vince ancora (101-96).

La decima vittoria consecutiva dei Toronto Raptors è senz’altro una delle più belle e importanti dei canadesi, perchè arriva su un parquet durissimo come quello degli Indiana Pacers: 99-106 per gli uomini di Casey, 24 punti di DeMar DeRozan.

L’ennesima prova favolosa di LeBron James (35 punti, 14 rimbalzi e 6 assist) non basta ai Cleveland Cavaliers per evitare il ko a Portland: 113-105 per i Blazers (29 punti di McCollum), che inanellano l’undicesima vittoria di fila.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi