Houston vince ancora: Harden (32 punti) demolisce i Pelicans. Ma i Warriors non mollano

houston pelicans




Il duello tra Houston e Golden State continua ad appassionare tutti i fan della NBA. I due team si stanno dando battaglia a Ovest a colpi di vittorie: al momento sono i Rockets a condurre la graduatoria, con 55 gare vinte e 14 perse (miglior record della Lega, ndr), mentre i Warriors veleggiano a 53 vittorie e 17 ko.

Anche ieri sera, le due corazzate non hanno fallito l’appuntamento con il successo. Houston ha infilato la quarta vittoria consecutiva, la 21esima nelle ultime 22 sfide: numeri straordinari per la truppa di Mike D’Antoni, che sta aumentando sempre più la consapevolezza di poter recitare un ruolo di assoluta protagonista in questa stagione.

D’altronde, la trasferta a New Orleans si presentava come tutt’altro che semplice. I Pelicans avevano necessariamente bisogno di vincere per interrompere una serie di sconfitte che sta mettendo qualche ansia in chiave playoff: prima del match contro i Rockets, i Pelicans avevano collezionato 3 ko nelle ultime 4 gare.

Contro Houston il bilancio non è migliorato, anzi. Il merito principale è del solito James Harden, che ha concluso con 32 punti, 11 rimbalzi e 8 assist: ennesima prestazione superlativa del “Barba”, fiore all’occhiello di un collettivo che cresce partita dopo partita. Sì, perchè oltre a Harden ci sono profili del calibro di Chris Paul (21 punti) e Clint Capela, dominatore a rimbalzo (11). I Pelicans, dal canto loro, hanno lottato con le unghie e con i denti, arrendendosi solo negli ultimi secondi: errore di Davis (26 punti), rimbalzo di Paul e successo in cassaforte per i texani.

Golden State, come detto, non molla. Nonostante gli infortuni, i gialloblu di Oakland passano a Phoenix (109-124) grazie ad un’altra eccellente prova di Cook (28 punti). Coach Kerr non può disporre di Durant, Curry e Thompson, ma i Suns (36 punti di Jackson) non ne approfittano, dilapidando nella ripresa tutto quanto di buono fatto nel primo tempo. Da segnalare la quasi tripla doppia di Green: 25 punti, 11 rimbalzi e 8 assist per il sempre preziosissimo Draymond.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi