Irving, la verità: “Nessun problema con LeBron, volevo nuovi stimoli”

irving lebron cleveland




E’ stata senza dubbio la “telenovela” sportiva dell’estate, quantomeno di quella americana. Da quando Kyrie Irving ha comunicato alla dirigenza dei Cleveland Cavaliers la sua intenzione di cambiare aria, si sono succedute mille voci e altrettante trattative, fino a quella conclusiva che ha visto il giocatore accasarsi ai Boston Celtics, con conseguente passaggio di Isaiah Thomas in Ohio.

Per molto tempo la stampa USA ha indicato come motivo principale della scelta di Irving la difficile convivenza con LeBron James. Kyrie non riusciva più a sopportare di vivere “nell’ombra” di LBJ, e pertanto avrebbe deciso di liberarsi definitivamente del peso di uno dei giocatori più importanti degli ultimi 20 anni.

Una versione che viene però smentita dallo stesso Irving. Intervistato da un’emittente televisiva statunitense, l’ex Cavs ha parlato dei suoi anni a Cleveland, specificando che la scelta di cambiare casacca è stata dettata solo dalla voglia di tentare una nuova esperienza. “La mia intenzione era quella di lasciare. Sono una persona passionale e credo di essere sempre stato molto diligente e professionale – le parole di Irving riportate dal sito “Quotidiano.net” – Voglio continuare il mio processo in un ambiente in cui posso capire meglio cosa mi viene chiesto e dove posso capire quanto posso arrivare lontano”.

Nessun problema con LeBron, quindi. “Nessuno ha chiesto la versione dei fatti al diretto interessato, cioè il sottoscritto – ha detto Irving – Giocare con LBJ  è stato qualcosa di indimenticabile e che mi porterò dietro per il resto della mia vita, e non è assolutamente vero che ho lasciato i Cavs perché non volevo più giocare con lui”.

Tuttavia, il neo giocatore dei Boston Celtics confessa di non aver avvisato anticipatamente “The King” della sua intenzione di lasciare i Cavaliers. “No, non l’ho fatto – rivela Irving – perché non credo di dover dare spiegazioni a nessuno. E’ stata una mia scelta personale”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi