Italia, buona la prima. Datome: “Piedi per terra”. Belinelli: “Abbiamo un grande cuore”




Diciamo la verità, la preparazione all’Europeo da parte dell’Italbasket non aveva lasciato impressioni troppo positive. Anzi, se proprio dobbiamo dirla tutta, la batosta contro il Belgio aveva evidenziato più di una crepa nei meccanismi azzurri, già in difficoltà dopo i forfait di Gentile prima e Gallinari poi.

Ma poi, si sa, cominciano le sfide vere, e la Nazionale italiana, nel basket come nel calcio o altri sport di squadra tira fuori le sue migliori caratteristiche.

L’esordio contro i padroni di casa di Israele ha pienamente convinto tifosi e addetti ai lavori. Con l’invito, sacrosanto, a tenere i piedi per terra: sia perchè è solo la prima partita, sia perchè l’avversario non è certo all’altezza di Spagna, Serbia e Francia (quest’ultima sconfitta all’esordio dalla sorprendente Finlandia, ndr).

Sembra strano a dirsi, ma tra quelli che hanno ricevuto più critiche in queste gare di preparazione all’Europeo c’è Gigi Datome, autore di una splendida partita contro Israele. “Mi fa sorridere che la gente dubitasse della qualità del mio tiro per 3-4 partite storte – ha detto il giocatore del Fenerbahce alla Gazzetta dello Sport – L’importante è che io mantenga la fiducia in me stesso. Ieri contava solo vincere, il resto è secondario”.

Proprio Datome invita a non fare troppi calcoli e a prendere con le pinze questo successo contro Israele. “C’è tanta strada da fare, è banale e stupido dire che è meglio iniziare così, ma è vero – dice il giocatore sardo – Ci fa capire che giocando in questo modo abbiamo la possibilità di essere una squadra pericolosa. Sono i classici buoni segnali”.

Con cinque triple, Marco Belinelli è stato uno dei protagonisti del primo tempo azzurro. La guardia di Atlanta individua la chiave del successo nell’essere riusciti a fare esattamente tutto ciò che era stato preparato in allenamento. “Siamo stati bravi a restare concentrati per tutta la partita, senza momenti di rilassamento – ha detto Beli – Penso ci sia tanto cuore in questa squadra”.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi