Leggenda Westbrook: supera Robertson e regala il successo a OKC. Ma Harden risponde: che sfida per l’MVP!

westbrook oklahoma Mancava una sola tripla doppia a Russell Westbrook per superare il record di Oscar Robertson (1961-1962) ed entrare definitivamente nella leggenda. “Brodie” ci è riuscito, realizzando il suo 42esimo “triple double”. Ma i suoi 50 punti, 16 rimbalzi e 10 assist non sono serviti soltanto per consegnarlo in eterno alla storia di questo sport, ma anche per garantire ad Oklahoma una vittoria che senza di lui – diciamolo chiaramente – non sarebbe arrivata mai.

OKC è riuscita a rimontare un match che sembrava ormai saldamente nelle mani di Denver, rinfrancata dalla miglior prestazione stagionale di Danilo Gallinari (34 punti e 10 rimbalzi per l’italiano). I Nuggets sentivano ormai di aver ottenuto un successo che avrebbe consentito loro di continuare la lotta per un posto nei playoff. Ma non avevano fatto i conti con Russell Westbrook: 15 punti segnati da solo negli ultimi 3’35” quando Denver era avanti di 10 e tiro del 106-105 finale scagliato da quasi 11 metri che praticamente estromette la franchigia del Colorado dalla post-season.

Nonostante la “coltellata a morte”, più volte il pubblico del Pepsi Center ha gridato “MVP, MVP” all’indirizzo di Westbrook, a dimostrazione ulteriore di come la sua stagione sia stata uno spot per l’intera Lega. E’ lui a spingere i Thunder negli ultimi minuti, è lui a siglare da solo il parziale di 10-2 che riporta OKC a 2 lunghezze da Denver. Fino alla tripla quando mancano solo due secondi alla sirena.

Se Westbrook fa scintille, Harden non è da meno. Il “Barba” tiene aperta la ‘lotta’ per l’MVP inanellando l’ennesima prestazione da capogiro – 35 punti, 15 assist, 11 rimbalzi, 21esima tripla doppia stagionale – che consente a Houston di espugnare il parquet di Sacramento (128-135). “Ora salgo in pullman, poi mando un messaggio di congratulazioni a Russell”, ha detto Harden nel post-partita. Poi ha puntualizzato: “Ma solo per il traguardo individuale…”

Vincono anche i Lakers, al quarto successo consecutivo: allo Staples Center i gialloviola battono 110-109 Minnesota, nonostante i 41 punti di Wiggins e i 40 di Towns.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi