Leggi discriminatorie, anche la NCAA annulla eventi nel North Carolina




north carolina ncaa Non solo l’All-Star Game. Altri sette eventi in programma nel North Carolina sono stati annullati a cause delle leggi discriminatorie dello stato, già finite nel mirino degli enti sportivi.

Qualche mese fa la National Basketball Association (NBA) ha infatti deciso di annullare l’All-Star Game in programma a Charlotte per la presenza di “leggi discriminatorie nei confronti della comunità LGBT” nello stato del North Carolina. Il numero 1 dell’NBA, Adam Silver, motivò la scelta affermano che “il rispetto della diversità per noi è fondamentale”: di conseguenza l’All-Star Game 2017 è stato spostato a New Orleans.

Il “casus belli” riguarda il contestatissimo disegno di legge House Bill 2, ribattezzato Bathroom Bill (legge sui bagni, ndr). Tale legge imporrebbe alle persone transgender di utilizzare il servizio igienico pubblico a seconda del sesso che compare sul loro certificato di nascita. Un obbligo inaccettabile e indigeribile per la NBA, che ha deciso così di compiere un gesto forte. Ed ora anche la NCAA ha deciso di annullare i sette eventi in programma nel North Carolina.

Gli eventi cancellati dalla Ncaa sono i seguenti: il primo e il secondo turno di partite dell’annuale torneo di basket (sono in programma il 17 e il 19 marzo 2017 e saranno riprogrammate altrove dopo la bocciatura di Greensboro); il campionato di prima divisione di calcio femminile; i campionati maschili e femminili di calcio di terza divisione; il campionato regionale di golf di prima categoria; il campionato maschile e femminile di tennis di terza divisione; il campionato di prima divisione femminile di lacrosse; il campionato di baseball di seconda divisione.

“Questi provvedimenti – dice una nota della NCAA – sono in sintonia con i principi della nostra organizzazione e con la cultura del rispetto”.

Una presa di posizione che non è affatto piaciuta al Partito Repubblicano, promotore della “House Bill 2”, emessa lo scorso marzo proprio dal governatore repubblicano Pat McCrory. “La decisione adottata dalla NCAA è assurda, per non dire comica. Una mancanza di rispetto nei confronti dei nostri studenti e atleti”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi