Middleton deve operarsi, i Bucks corrono ai ripari: ecco Michael Beasley




middleton milwaukee beasleyUn fulmine a ciel sereno. E’ quanto accaduto ai Milwaukee Bucks, costretti a correre ai ripari dopo l’infortunio capitato a Middleton, a pochi giorni dal training camp di preparazione alla nuova stagione NBA.

L’ala piccola dei Bucks dovrà infatti stare lontano dai parquet per circa sei mesi a causa di un’infortunio al bicipite femorale della gamba sinistra, che costringerà Middleton a sottoporsi ad un’operazione.  “Siamo naturalmente dispiaciuti per Khris e per la squadra, ma gli infortuni sono la parte sfortunata del gioco”, ha commentato il general manager dei Bucks John Hammond. Che tuttavia ha già messo a segno il colpo “paracadute”.

La dirigenza ha infatti ufficializzato l’ingaggio di Michael Beasley, seconda scelta assoluta nel Draft 2008. A comunicarlo è la stessa franchigia tramite un comunicato apparso sul proprio sito. La firma è avvenuta nella giornata di ieri. Con Beasley, i Bucks possono contare su un elemento di qualità che garantisce profondità e capacità realizzativa. 

“Siamo contenti di aggiungere alla nostra squadra un giocatore con lo skill set di Michael – ha detto Hammond – L’abbiamo seguito nelle stagioni passate e siamo impazienti di vederlo competere nel corso del training camp e della stagione”.

Qualche perplessità su Beasley c’è, in particolare sulle sue capacità difensive. L’ex Rockets dovrà smentire i critici, e per farlo avrà bisogno di trovare la massima forma.

TEODOSIC: “IO IN NBA? FORSE E’ ARRIVATO IL MOMENTO” 

“Ho sempre creduto che il basket praticato negli USA non facesse per me. Ora, però, ho cambiato idea: sto prendendo fortemente in considerazione l’idea di confrontarmi con i migliori interpreti al mondo di questo meraviglioso sport”. Lo ha detto Milos Teodosic, attualmente in forze alla CSKA Mosca, che apre quindi alla possibilità di approdare nella National Basketball Association, probabilmente nel 2017-18.

“Non so cosa abbia generato questo ripensamento, probabilmente sono più duro mentalmente e sono maggiormente consapevole delle mie capacità tecniche e fisiche – ha scritto il cestista serbo sul suo blog – So quello che posso dare in campo e non ho dubbi sul fatto che potrò essere un fattore anche in un’arena NBA”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi