Milwaukee-Boston 89-96: ai Bucks non basta un super Antetokounmpo

boston milwaukee antetokounmpo




Antetokounmpo fa il fenomeno, ma ad esultare sono i Celtics. Ai Bucks non basta l’ennesima prova strepitosa del greco, che mette a referto 28 punti, 10 rimbalzi e 7 assist andando piuttosto vicino alla tripla doppia: alla “Mecca”, che è stata la casa di Boston per vent’anni (dal 1968 al 1988), passano gli ospiti 89-96.

A decidere la gara in favore dei Celtics è la premiata ditta Horford-Irving: 51 punti in due, con il primo che totalizza 7/9 al tiro e mette dentro 4 bombe da fuori su cinque tentativi. Alla partenza, però, la scena se la prende tutta l’ex Cavs: grazie ai suoi 9 punti, Boston mette il muso avanti già nel primo quarto (28-23). Nel secondo, però, Milwaukee reagisce e si affida al suo uomo migliore: Antetokounmpo buca a ripetizione la difesa di coach Stevens e all’intervallo è +1 per i padroni di casa.

Al rientro sul parquet nessuno dei due team riesce a prendere il sopravvento. Tra Milwaukee e Boston è un botta e risposta per tutto il terzo quarto, ma negli ultimi 12′ sono i Celtics a dare l’accelerata decisiva: Horford sale in cattedra e devasta la retroguardia di coach Kidd. Il +12 raggiunto da Boston sembra mettere al sicuro gli uomini di Stevens, ma Milwaukee prova un’ultima disperata rimonta: a 4 secondi dalla sirena è Brogdon a infilare la tripla che vale il -4. Ma non basta: i Bucks devono arrendersi.

Memphis riscatta subito la prima sconfitta stagionale andando a vincere contro i Dallas Mavericks, che finora hanno perso 5 delle sei gare disputate. I texani, sconfitti 96-91, hanno provato a recuperare il divario nell’ultimo quarto, ma Gasol (25 punti) e Conley (22) dicono no e consegnano il quarto successo ai Grizzlies.

Prestazione a dir poco ‘aliena’ per DeMarcus Cousins: 41 punti, 23 rimbalzi e 6 assist nella vittoria esterna dei Pelicans (106-114) sul parquet di Sacramento. E’ una tripla sulla sirena di Blake Griffin a permettere ai Clippers di rimanere imbattuti: 103-104 a Portland, 16 punti per Gallinari.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi