Muro Toronto, Boston si arrende (96-78). 12° di… Phila: battuti anche i Pistons

toronto boston




Il primo posto a Est è tornato nelle mani di Toronto. Nelle ultime settimane la leadership dei Raptors è sembrata traballare: troppe sconfitte e il conseguente filotto di vittorie dei Celtics, compreso lo scontro diretto proprio contro i canadesi, avevano già fatto pregustare agli appassionati NBA un rush finale senza esclusione di colpi.

Invece, il secondo scontro in pochi giorni tra le due dominatrici della Eastern ha spostato di nuovo l’ago della bilancia verso Toronto. Gli uomini di Casey, stavolta, non hanno concesso praticamente nulla ai verdi del Massachusetts: 96-78 per i padroni di casa, davanti al pubblico dell’Air Canada Centre che applaude con convinzione la propria squadra.

La manovra offensiva dei Raptors non è stata trascendentale, ma la vittoria dei canadesi sta tutta nell’organizzazione difensiva, che ha rasentato la perfezione. Boston ha messo paura a Toronto solo nel primo quarto, grazie soprattutto alla verve di Morris e Monroe. Ma con il passare dei minuti la “defense” dei padroni di casa è diventata una muraglia inespugnabile per il team di Stevens. Bravo anche Casey, che nel secondo quarto mette dentro VanVleet e Wright e ribalta la situazione. Nel frattempo sale in cattedra anche Lowry (20 punti complessivi) e il primo tempo vede i locali avanti già di 10 punti.

Una situazione che non cambia nemmeno nella ripresa. Anzi, Toronto non perde occasione per affondare la lama, toccando anche il +20. Sono sempre Morris e Monroe a spingere i Celtics verso una disperata rimonta, ma i Raptors non perdono la concentrazione neppure per un secondo: quando Ibaka schiaccia il +16 a due minuti dalla sirena, il pubblico dell’Air Canada Centre capisce che è fatta.

I Sixers sono ancora senza Embiid, ma a Detroit è arrivata la dodicesima vittoria di fila. Un cammino straordinario per Philadelphia, che ora ha la grande occasione di giocarsi il terzo posto nello scontro diretto contro Cleveland di domani sera. Sul parquet dei Pistons termina 108-115 per gli uomini di coach Brown: sugli scudi Redick (25 punti), ennesima ottima gara di Marco Belinelli, che mette a referto 19 punti.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi