NBA, dieci volte Clippers! Miami in crisi, OKC battuta a Detroit




clippers dieciIl pronostico della vigilia è stato totalmente rispettato. Agli straordinari Clippers di questo inizio di stagione (il migliore nella storia della franchigia, dieci vittorie su undici partite) non poteva preoccupare un ostacolo come quello rappresentato dai Brooklyn Nets.

E infatti così è stato. I losangelini non hanno concesso praticamente nulla agli avversari, dominando la gara già nella prima frazione: il super break di 35-7 nei primi minuti fa già capire ai Nets che sarà una serataccia.

L’affondo decisivo dei Clippers avviene nel secondo quarto, quando Chris Paul comincia a macinare punti e permette a LA di andare all’intervallo avanti di 24 lunghezze. La partita, praticamente, finisce là: i Clippers ottengono la decima vittoria (125-97) e sono sempre più i leader di questa NBA.

Quinta sconfitta consecutiva per Miami, che va ko anche sul parquet dei San Antonio Spurs (90-94). Una caduta libera che non sembra avere fine, quella degli Heat, nonostante i 27 punti di Waiters e la doppia doppia da 23 punti e 17 rimbalzi di Whiteside. San Antonio disputa un primo tempo di altissimo livello: Aldridge e Leonard sembrano imprendibili per la difesa di Miami, e gli Spurs vanno al riposo lungo sul +15. Ma nella ripresa gli uomini di Popovich si adagiano sugli allori, e Miami prova una disperata rimonta, arrivando fino al -5 quando mancano solo 2 minuti al termine del match. Sono poi Mills e Leonard, dalla lunetta, a riportare gli Spurs sul +8.

Cade ancora anche Oklahoma, battuta a Detroit dai Pistons che si godono la coppia Baynes-Harris (42 punti in due), ottimamente assistita da Caldwell-Pope (17 punti). OKC, nonostante Westbrook vada di nuovo sopra i 30 punti (33, per la precisione), è sotto 59-47 già alla fine del primo tempo, e precipita addirittura a -19 nel terzo quarto. A nulla serve il risveglio negli ultimi 12′: ad esultare sono i Pistons (104-88). 

Basta un libero su due a Tim Frazier per regalare ai suoi Pelicans il secondo successo stagionale, arrivato ai danni dei Boston Celtics (106-105), mentre i Rockets sconfiggono sonoramente i 76ers: da sottolineare la splendida prova di James Harden, che realizza 33 punti e 9 assist. Deludente Joel Embiid (13 punti).

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi