NBA, Golden State fatica ma batte New Orleans (113-109). Cavs ok




golden state new orleans Faticando più del dovuto, ma Golden State torna in striscia positiva, guadagnandosi la seconda vittoria consecutiva. Definitivamente accantonato il brusco stop di Memphis, i Warriors hanno ottenuto il successo sul parquet di New Orleans (109-113), pur sudando le cosiddette ‘sette camicie’ contro dei Pelicans mai domi.

GS si affida ai soliti Curry e Durant, che infilano rispettivamente 30 e 27 punti a testa, oltre allo splendido lavoro di Green (12 rimbalzi e 10 assist), specialmente in fase difensiva.

New Orleans può continuare a coccolarsi il suo Anthony Davis, autore anche ieri di una prova maiuscola (28 punti) seppure non sufficiente a rimandare i gialloblu di coach Kerr a Oakland senza nulla in mano. I Pelicans erano riusciti a chiudere la prima frazione avanti 65-58, ma già nel terzo periodo arrivava la rimonta dei Warriors, che si portavano sul +8. La reazione d’orgoglio dei padroni di casa non tardava ad arrivare, ma a 3′ dalla fine è Steph Curry ad avviare il break di 7-1 che spegne ogni speranza di sorpasso dei Pelicans.

Cercava un’altra impresa Memphis, dopo quella realizzata contro Golden State. I Grizzlies si sono presentati alla Q Arena con una certa spavalderia, visti i sei successi consecutivi: ma di questi tempi Cleveland non fa sconti, specialmente se tieni a riposo uno come Marc Gasol. I Cavaliers non hanno incantato il loro pubblico, ma sono riusciti comunque a regolare Memphis 103-86, grazie ai 29 punti del solito Kevin Love e i 23 punti e 8 assist di LeBron James. Nello score offensivo dei Cavs si aggiunge la miglior prova stagionale di JR Smith (23 punti). Già nel finire di primo tempo Cleveland è avanti di 15: distacco invariato anche all’inizio dell’ultimo quarto, dove non avvengono ribaltoni e coach Lue può far riposare i suoi uomini migliori.

Male Oklahoma, che perde pesantemente sul parquet dei Portland Trail Blazers (95-114). “Solo” 20 punti per Russell Westbrook, mentre la coppia Lillard-McCollum ne segna 32 e spinge la squadra di casa al successo.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi