NBA, riscatto Denver: Boston ko (107-123), 16 punti per Gallinari




denvergallinariLa possibilità di riscatto è arrivata subito, e i Denver Nuggets l’hanno colta a pieno. Dopo la brutta sconfitta rimediata a Detroit contro i Pistons, il team di Danilo Gallinari ha rialzato subito la testa, imponendosi 123-107 contro i Boston Celtics.

Un’altra buona prestazione per il giocatore italiano, in evidente crescita, stavolta condita anche dal risultato positivo della sua squadra: i 16 punti, 3 rimbalzi e 3 assist sono non soltanto un buon bottino personale, ma anche un bel contributo al successo Nuggets.

Miglior marcatore per Denver il solito Emmanuel Mudiay, capace di infilare ben 30 punti: stesso score lo registra Isaiah Thomas, non sufficiente ad assicurare la vittoria ai suoi Celtics.

Ancora una vittoria per i Los Angeles Lakers, che superano in casa i Phoenix Suns: sugli scudi certamente il 31enne Nick Young (22 punti per lui) ma va sottolineata anche la prova del (non ancora) 22enne Julius Randle, che mette a segno 18 punti.

Sacramento ritrova la vittoria contro i Toronto Raptors del fin qui maestoso DeMar DeRozan: i Kings riescono ad avere la meglio nella ripresa (96-91) quando si accende DeMarcus Cousins, che realizza una splendida doppia doppia (22 punti e 14 rimbalzi).

Negli altri match della notte, gli Utah Jazz sono riusciti a prevalere sui New York Knicks (114-109), mentre i Portland Trail Blazers hanno superato i Memphis Grizzlies 100-94. Niente da fare per Milwaukee: a passare sono i Dallas Mavericks (75-86).

Intanto coach Clifford ha riservato parole al miele per Marco Belinelli, che ha ben figurato in queste prime partite con gli Charlotte Hornets. “Sono sempre stato un suo tifoso. Ha un gran feeling per il gioco del basket e per natura non è un egoista. E’ bravo nel prendere le giuste decisioni sul parquet – ha detto il coach degli Hornets – E’ più grosso e forte fisicamente di quanto pensassi e può anche difendere sul tre avversario. Ha iniziato molto bene ed è già un pezzo importante del gruppo”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi