NBA, senza Parker e Gasol gli Spurs espugnano Cleveland. Riscatto Houston




san antonio cleveland Date le assenze di due pedine fondamentali come Parker e Gasol, nessuno avrebbe scommesso negli Spurs ‘corsari’ a Cleveland. Ma nell’NBA, si sa, non si può mai dare nulla per scontato. Specialmente se hai uno come Leonard: prestazione di livello assoluto quella dell’ala di San Antonio, forse la migliore di tutta la sua carriera.

Con i suoi 41 punti, gli Spurs sconfiggono a domicilio 118-115 i campioni in carica, confermandosi l’incubo delle grandi (già battute Golden State e Houston). Con questo successo, San Antonio si attesta al secondo posto nella classifica generale NBA, dietro solo alla corazzata Warriors.

Cleveland ha tentato di arginare lo straripante Leonard affidandosi principalmente a LeBron James e Kyrie Irving (58 punti in due), ma non è bastato. Occhio però a dare i Cavs in fase discendente: se il ko contro GS era stato netto e senza appello, la gara di ieri ha dimostrato che Cleveland sarà comunque in gioco fino alla fine. I Cavs cominciavano l’ultimo quarto avanti di 5 lunghezze (89-84), ma lo show di Leonard faceva volare gli Spurs. I campioni in carica riuscivano a recuperare e a pareggiare con una tripla pazzesca di LeBron, ma Aldridge riporta sul +3 San Antonio. Negli ultimi trenta secondi i Cavs hanno l’occasione di pareggiare, ma falliscono con Love il canestro dell’overtime.

Tramortita da Golden State, ma non morta. Houston si rialza subito e va a vincere sul parquet dei Memphis Grizzlies (95-119) conquistando così la 34esima vittoria stagionale. James Harden torna ai suoi livelli abituali (29 punti), ma va sottolineata la performance di Sam Dekker, che festeggia la sua prima gara da titolare con ben 30 punti.

Vincono sia Gallinari che Belinelli: il Gallo ne infila 18 nell’importante successo di Denver sui Clippers (123-98), mentre Beli chiude con 14 punti e 5 assist nella sudata affermazione di Charlotte contro Brooklyn (112-105). Al supplementare Portland beffa Boston (123-127) al TD Garden, mettendo fine alla serie negativa di 4 ko consecutivi.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi