NBA, Thompson mostruoso: 60 punti! Vincono i Cavs, Westbrook stratosferico




thompson 60 punti Golden State strapazza Indiana rifilandole 36 punti di distacco (142-106) e questa è una notizia che non suscita troppo scalpore, considerando la forza stratosferica della franchigia californiana. Ma quello che lascia davvero a bocca aperta è ciò che è stato capace di fare Klay Thompson in questo match: 60 punti in 29 minuti (!!!), uno score mostruoso, folle. Non è solo la miglior prestazione individuale nella carriere dello “Splash Brother”, ma è anche la migliore da parte di un Warrior negli ultimi 42 anni. Insomma, Klay Thompson ha fatto la storia.

Che fosse una serata da scolpire per sempre nella storia dell’NBA lo si è capito già nel primo tempo: all’intervallo i gialloblu di Oakland riuscivano a portarsi già sul +30 e Thompson aveva già messo dentro 40 punti. Nel terzo periodo Klay decide di proseguire su standard inauditi, infilando altri 20 punti. A quel punto, coach Kerr decide di richiamarlo in panchina per concedergli la meritatissima ovazione di tutto il pubblico dell’Oracle Arena. Con un Thompson così, gli altri due ‘fenomeni’ hanno potuto riposarsi: 20 punti e 8 rimbalzi per KD, 13 punti e 11 assist per Steph Curry. I Pacers (21 punti del solito George) registrano l’undicesima sconfitta.

Il big match tra Toronto e Cleveland è deciso dalla sfida nella sfida tra DeMar DeRozan e LeBron James. La stella dei Cavs ne fa 3 in più rispetto al talento dei Raptors (34 a 31) e alla fine è uno scarto che pesa, visto che i campioni in carica sono riusciti a prevalere 112-116 sul parquet di Toronto. I Cavaliers accelerano all’inizio del secondo tempo, prendendo il largo: DeRozan li ‘riacchiappa’, arrivando fino al -2, ma i due liberi di Love fanno gioire Cleveland. 

Ancora OKC, ancora una tripla doppia di Russell Westbrook (la sesta consecutiva!): 32 punti, 13 rimbalzi e 12 assist nella vittoria esterna dei Thunder in casa degli Atlanta Hawks (109-112). Al gran momento di Westbrook e di Oklahoma fa da contraltare il pessimo periodo di Atlanta, piombata nella settima sconfitta consecutiva.

I 38 punti, 6 rimbalzi e 7 assist di Lou Williams non sono sufficienti ai Lakers per evitare il ko interno: allo Staples Center passano gli Utah Jazz (101-107, 23 punti di Hayward).




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi