NBA, troppi Warriors per i Clippers. Cleveland si sbarazza di New York (94-126)




clippers warriors Il risultato finale rispecchia esattamente i diversi stati di forma dei due team. Da una parte c’è una squadra che, dopo qualche inciampo iniziale, sta pienamente rispettando quelli che erano i pronostici di inizio stagione; dall’altra, c’è una formazione che ha vissuto un inizio di torneo a dir poco spumeggiante, ma che sta tornando lentamente alla realtà. 

Golden State incassa la diciannovesima vittoria nelle ultime 22 partite. E lo fa sconfiggendo sul loro parquet quei Los Angeles Clippers 115-98 che fino a poco tempo fa sembravano essere una seria candidata a dar fastidio alla corazzata gialloblu. Invece i losangelini sono finiti in un tunnel da cui non riescono ad uscire: quinta sconfitta nelle ultime sette gare, seppure quest’ultima arrivata per mano dei Warriors (e ci può anche stare, insomma).

Da sottolineare che Golden State non si è dovuta nemmeno servire delle super prestazioni dei suoi fenomeni per portare a casa il match: l’uomo con lo score realizzativo più alto è stato Klay Thompson, che si è fermato a 24 punti, ben lontano da quei mostruosi 60 contro Indiana. Anche Steph Curry ha messo a segno “solo” 19 punti, tre in meno del sempre ottimo Green. Ai Clips sono mancati i suoi uomini migliori: maluccio Paul (15 punti), ancora peggio Griffin. L’impressione è che la retroguardia Warriors, che finora era stato il punto debole per coach Kerr, stia migliorando partita dopo partita: le avversarie sono avvisate.

Nettissima anche la vittoria dei Cavs al Madison Square Garden: non c’è storia per New York, sconfitta a domicilio dagli uomini di coach Lue (94-126). I Knicks possono fare ben poco per tenere a bada Irving (28 punti), LeBron (25 + 7 assist) e Love (20 punti): già all’inizio del secondo tempo Cleveland volava sul +23, chiudendo anzitempo ogni discorso.

Solo 5 punti per Danilo Gallinari nella brutta sconfitta di Denver, che cade a Brooklyn (116-111) contro i Nets. Va meglio a Marco Belinelli, che con i suoi 13 punti dà una concreta mano ai suoi Charlotte Hornets nel successo casalingo contro Detroit (87-77).




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi