NBA, Westbrook salva Oklahoma: 76ers sconfitti, ma a testa alta (103-97)




russellwestbrook

Un tifoso dei 76ers ha un messaggio per Westbrook…

Ci ha pensato Russell Westbrook – e chi, se no – a togliere le castagne dal fuoco a Oklahoma. I Thunder hanno faticato da matti per avere ragione dei Philadelphia 76ers (103-97), che hanno mostrato notevoli progressi anche senza poter disporre del miglior talento della Lega, Ben Simmons (infortunato, ne avrà fino a Gennaio).

Phila gioca un ottimo match, trascinata da Henderson e Saric: Oklahoma si tiene a galla con Westbrook e con la coppia Adams-Kanter. E’ l’ultimo quarto a decidere il match: i 76ers recuperano il -6 con Embiid e si portano sul 97 pari a 3′ dalla sirena. Ma a decidere la gara, come detto, è Russell Westbrook, che nel finale mette a segno i punti decisivi per permettere ai Thunder di ottenere la prima vittoria della stagione. Phila esce sconfitta, ma a testa alta: c’è da credere che i 76ers non faranno più le figuracce della stagione scorsa.

Ricca di colpi di scena la sfida tra Indiana e Dallas: alla fine vincono i Pacers, che hanno avuto bisogno però di un tempo supplementare per battere i Mavericks (130-121). Indiana parte fortissimo (George scatenato), ma pian piano Dallas trova gioco e punti: Nowitski prende per mano i suoi e li conduce fino al sorpasso nell’ultimo quarto. Testa a testa fino alla sirena: la tripla di Barnes a 2 secondi dal termine manda le due squadre all’overtime, dove sale in cattedra il 20enne Myles Turner, che concluderà il suo match con 30 punti.

Il derby della Florida va invece a Miami, brava ad espugnare il parquet di Orlando (108-96). E’ il break di 7-0 nel terzo periodo a rompere l’equilibrio a favore degli Heat: i Magic si consolano con i 20 punti di Fournier.

Nelle altre sfide, Toronto e Boston battono rispettivamente Detroit (109-91, 40 punti di DeRozan!) e Brooklyn (122-117), mentre i 25 punti di Conley consentono a Grizzlies di superare Minnesota (102-98). Buona la prima anche per Sacramento e Lakers, che sconfiggono Phoenix (113-94) e Houston (120-114).

Bene anche i ‘nostri’ Gallinari e Belinelli: vittoria Nuggets a New Orleans (107-102), successo Hornets a Milwaukee (107-96).




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi