Oklahoma, colpo playoff: Houston cade in casa dopo 20 gare (102-108)

houston oklahoma




Houston vinceva in casa da venti partite consecutive. Basta questo a far capire che il blitz da parte dei Thunder è senza dubbio il fatto più eclatante della serata NBA. Oklahoma ha infatti espugnato il Toyota Center, praticamente inviolabile da mesi: 102-108 per gli uomini di Donovan, trascinati – manco a dirlo – dal solito Russell Westbrook (24 punti e 10 assist).

Va detto che le motivazioni non potevano essere le stesse. Houston è ormai saldamente in testa alla Western Conference, grazie alla lunghissima striscia di successi realizzata dalla truppa di Mike D’Antoni, che è riuscita a mettere in riga anche una corazzata come i Golden State Warriors. Al contrario, OKC aveva un bisogno estremo di vincere per non rischiare l’estromissione dai playoff. Grazie a questo successo, i Thunder sono ora al settimo posto a Ovest, con una partita di vantaggio su Minnesota e Denver, quando mancano solo due match al termine della regular season (Heat e Grizzlies, ndr).

All’intervallo i Rockets erano avanti di un punto. Alla verve degli ospiti aveva risposto James Harden: 26 punti e 9 assist per il Barba, l’unico che ha tentato di arginare la maggiore intensità di OKC. Negli ultimi minuti i Thunder capiscono che è il momento di spingere, e infilano un break di 11-0 che spezza la gara. La reazione di Houston c’è, ma non è devastante come nel recente passato: i texani risalgono fino al -5, prima che George chiuda definitivamente i conti.

Senza Curry i Warriors fanno una gran fatica. Ieri sera alla Oracle Arena i gialloblu di Oakland hanno incassato la seconda sconfitta di fila, la quinta nelle ultime otto gare. Non sono bastati nemmeno i 41 punti (e 10 rimbalzi) di Kevin Durant per superare gli ottimi New Orleans Pelicans: 120-126 per NOLA, con un Davis incontenibile (34 punti).

Lo strepitoso ultimo quarto di un infinito Manu Ginobili consente a San Antonio di regolare Portland: 116-105 per gli Spurs, nonostante i 33 punti di Lillard.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi