Ortner lascia la Reyer: “Tre anni meravigliosi, Venezia sarà sempre la mia seconda casa”

benjamin ortner venezia




Un’avventura straordinaria, tre stagioni intensissime culminati con la conquista dello storico scudetto che mancava addirittura da 72 anni. Una cavalcata che giunge al capolinea: le strade di Benjamin Ortner e della Reyer Venezia si separano ufficialmente.

Ortner ha conquistato con gli orogranata il secondo scudetto della sua carriera: il giocatore austriaco si era infatti laureato campione d’Italia anche nella stagione 2012-2013 con la Mens Sana Siena.

Nell’ultimo anno il giocatore ha totalizzato 31 presenze in campionato, segnando 4.1 punti e raccogliendo 2.9 rimbalzi a partita. E’ lo stesso Ortner a comunicare su Facebook il suo addio a quella Laguna che lo ha accolto in questi tre anni.

“Non saprei da dove cominciare – scrive Ortner – ma vorrei scrivere questo messaggio per salutare la gente di Venezia. Dopo tre anni pieni di alti e bassi, ma sopratutto di tantissimi soddisfazioni ho saputo che non farò più parte della squadra orogranata. Ammetto che questa notizia inizialmente mi ha ferito abbastanza, ho trovato modo di accettarla”, prosegue Ortner, facendo capire che la decisione è stata presa dalla società.

“Sono stati tre anni indimenticabili non solo per le due semifinali raggiunte e lo scudetto vinto quest’anno, ma anche perchè Venezia è diventata come la mia seconda casa. Venezia è e sarà sempre un posto speciale per me e la mia famiglia”. 

Il giocatore austriaco ha molti ringraziamenti da fare. “Grazie a Brugnaro e Federico Casarin di avermi dato la fiducia e l’opportunità di far parte di questo progetto importante per tre anni – scrive Ortner – Grazie a tutto lo staff tecnico e medico del vostro sostegno ed il lavoro che si è fatto insieme ogni giorno. Grazie a tutti i compagni che nonostante il mio gioco “duro“ (c’è anche chi dice “sporco“, ma questo è un altro discorso) mi hanno sopportato tutto questo tempo. Finalmente grazie ai tifosi e la gente di Venezia – conclude – vi saluto cosciente che ci rivedremo presto”.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi