Playoff, che Chicago: espugnata Boston! Vincono Warriors, Rockets e Wizards

boston chicago playoff Nella seconda notte di playoff salta solo in un caso su quattro il fattore casalingo, ma è un risultato che fa notizia. In pochi avrebbero scommesso su un exploit dei Chicago Bulls al TD Garden, ma il team di Hojberg è riuscito nella grande impresa e ora conduce 1-0 nella serie. Portland ci prova, ma Golden State non fa sconti. Super Wall fa volare Washington contro Atlanta, mentre il primo round tra Harden e Westbrook va al “Barba” e ai suoi Rockets.

I Celtics erano senza dubbio tra le squadre più in forma della Lega. Il sorpasso in extremis ai danni dei Cleveland Cavaliers e il primo posto a Est aveva contribuito a fomentare l’ambiente, convinto di poter rivivere le emozioni di qualche anno fa. Ma alla prima gara dei playoff ci ha pensato Chicago a rovinare la festa del TD Garden. Boston forse distratta anche dalla terribile tragedia che ha coinvolto Isaiah Thomas – la sorella è morta in un incidente stradale, ndr – apparso visibilmente commosso nel pre-partita.

Celtics avanti nel primo quarto (28-23), ma Butler e Wade dimostrano già di essere in partita. Nel secondo quarto, infatti, avviene il sorpasso, con i Bulls che arrivano all’intervallo due punti sopra (46-48). Nella ripresa, la situazione di continua parità viene interrotta da un parziale a 4 minuti dalla sirena che fa volare i Bulls a +7: Boston non riuscirà più a rimontare, Chicago trionfa 106-102.

McCollum e Lillard hanno fatto di tutto e di più: 41 punti per il primo, 34 per il secondo, ma non è bastato. Alla Oracle Arena il primo punto di questa serie se lo prende Golden State, che sa soffrire quando c’è bisogno di stringere i denti e al tempo stesso sa quando affondare il colpo. E’ nella ripresa che i Warriors accelerano e vincono 121-109, grazie anche ai 32 punti di un importantissimo Kevin Durant.

Vincono anche i Wizards contro Atlanta (114-107, 32 punti di Wall), mentre la prima super sfida tra Harden e Westbrook va al “Barba”: 37 punti, 7 rimbalzi, 9 assist e 2 sole palle perse contro i 22 punti, 9 rimbalzi, 7 assist e ben 9 palle perse di “Brodie”. Houston supera Oklahoma 118-87.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi