Playoff NBA: impresa Oklahoma, Golden State battuta in casa




playoff nbaFortissimi, compatti, con un gioco scintillante, e con un Steph Curry al top della forma. Per gli addetti ai lavori la favoritissima Golden State avrebbe avuto un facile cammino verso la finale playoff, considerando anche che dalle parti della Oracle Arena temevano probabilmente più gli Spurs dei Thunder.

E invece spunta fuori l’Oklahoma che non ti aspetti, a ricordarti – se mai ce ne fosse bisogno – che “we love this game” non è solo un motto, ma un vero e proprio “state of mind” per gli amanti della palla a spicchi.

I Thunder, dopo aver regolato 4-2 San Antonio nel secondo turno dei playoff, compiono una nuova grande impresa in gara 1 della finale a Ovest, espugnando il parquet dei Warriors per 108-102.

I padroni di casa si erano portati anche sul +14 nell’arco del match, ma hanno dovuto subire il ritorno di Oklahoma, trascinata nel secondo tempo da un inarrestabile Westbrook (27 punti) e da un ottimo Durant (26).

Per Golden State una brutta sconfitta, nonostante le buone prestazioni dei soliti Curry e Thompson (rispettivamente 26 e 25 punti totali).

Nel primo quarto Golden State fa la partita, ma i Thunder resistono alla furia Curry, nonostante 5 palle perse. Il distacco di 27-21 non è insormontabile, ma nel secondo i Warriors accelerano e schizzano sul +13. Break di 8-0 di Oklahoma, identico controbreak Golden State firmato Thompson. All’intervallo i Warriors sono avanti di 13 (60-47), con la tripla di Curry sulla sirena che permette al play di infrangere il record di Reggie Miller: 45 gare consecutive con (almeno) una tripla. Leggenda.

Il secondo tempo è tutto di marca Oklahoma, che torna sul parquet con quella ferocia che fino ad allora era mancata. Westbrook domina e nel terzo quarto ne mette dentro 19, riportando Oklahoma a -2. I Warriors si scuotono, ritornano a macinare punti e risalgono improvvisamente fino a +12: ma arriva immediato il controbreak Thunder, sempre con Westbrook sugli scudi. L’aggancio lo firma Kevin Durant con una bomba da fuori, il sorpasso invece lo opera Waiters, che zittisce la Oracle Arena. I Thunder distanziano Golden State di 8 punti, i padroni di casa tentano una rimonta disperata, ma non andranno oltre il -1. Oklahoma regge e va a conquistarsi gara 1, concludendo 108-102. Festa grande per i Thunder, mentre Golden State si lecca le ferite e già prepara la riscossa.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi