Playoff, semifinali: Golden State batte Utah. Thomas show: 53 punti (!), Boston sul 2-0

golden state utah Il primo atto va a Golden State. La corazzata in gialloblu sconfigge gli Utah Jazz 106-94 nella prima gara di una delle due semifinali di Conference a Ovest. E l’impressione è che sia riuscita a farlo senza nemmeno sporcarsi troppo le mani, anche perchè gli avversari sono apparsi stanchi e poco lucidi (addirittura 14 palle perse, un ruolino non da Jazz) dopo l’estenuante serie contro i Clippers, risolta in gara 7.

I Warriors, infatti, hanno portato a casa il primo punto segnando meno triple di Utah (e anche questo è un dato sorprendente…): la differenza l’ha fatta un ottimo Steph Curry, che ha finalmente raggiunto il livello di forma che tutti si aspettano da un giocatore di classe immensa come lo “Splash Brother”. L’Oracle Arena applaude e gongola, anche se persiste una certa apprensione per la salute di coach Kerr, ancora ai box per gli ormai noti problemi alla schiena.

Golden State parte subito forte e si porta ben presto sul 9-0. Utah si ricompone e passa addirittura a condurre (19-20). Ma che i Warriors (e Curry) siano in palla lo si capisce piuttosto velocemente: + 6 alla fine del primo quarto, che diventa +12 all’intervallo. Utah ha il merito di non far mai scappare i padroni di casa, ma il demerito di non riuscire mai a mettere davvero il fiato sul collo a Durant e soci. In avvio di ripresa i Jazz risalgono fino al -7, ma è una fugace illusione: nell’ultimo quarto GS, trascinata da un ottimo Green, vola sul +19 e chiude i conti.

Vince anche Boston, che si porta sul 2-0 nella serie contro Washington. I Celtics la spuntano all’overtime (129-119) grazie ad un Isaiah Thomas epico (53 punti, 29 nell’ultimo quarto!) che annulla la prestazione anch’essa spettacolare di Wall (40 punti e 13 assist). Il ‘top player’ di Boston fa il fenomeno negli ultimi 12′ e nel supplementare, mandando al tappeto i Wizards. Che però hanno dimostrato di esserci: gli uomini di coach Brooks dovranno dare tutto nelle due gare casalinghe, a cominciare da quella di venerdì.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi