Preseason, brutto esordio per Cavs e Sixers. Lakers ancora ko

preseason cavs sixers




Nella giornata di ieri c’era molto interesse su due gare di preseason, ovvero l’esordio dei Cleveland Cavaliers e dei Philadelphia 76ers. Se sui Cavs la curiosità verteva sul vederli in campo senza LeBron, tenuto a riposo, su Sixers sono indirizzate le attenzioni di buona parte dell’opinione pubblica, in quanto ritenuti (non a torto) la possibile sorpresa di questa stagione.

Come prima uscita, per entrambe, non è andata benissimo. I Cavaliers le hanno prese dagli Atlanta Hawks, che si sono imposti 93-109 nonostante l’assenza di Marco Belinelli, fermato da un’infiammazione al tendine d’Achille. La partenza di Cleveland aveva fatto ben sperare coach Lue, ma con il passare dei minuti Atlanta ha preso il sopravvento, trascinata da un ottimo Dennis Schroder (18 punti in 25 minuti). Siamo solo all’inizio, ma Cleveland è apparsa ancora molto lontana dai suoi standard: con LeBron James sarà certamente un’altra musica, ma complessivamente coach Lue ha un bel pò di lavoro da fare.

Deludente anche il debutto dei 76ers, sconfitti nettamente dai Memphis Grizzlies: il punteggio di 110-89 mette a nudo tutte le difficoltà di Phila, che ha bisogno ancora di tempo per trovare la giusta amalgama. Markelle Fultz è l’emblema del disagio Sixers: in 23 minuti, solo 4 punti e 3 assist. Troppo poco per uno che è ritenuto il prossimo “crack” dell’intera NBA. Ma anche in questo caso, è solo la prima gara di preseason, e c’è tutto il tempo per rimediare…

Non va meglio ai Los Angeles Lakers, che incassano la terza sconfitta in questa preseason. I ‘giustizieri’ dei gialloviola questa volta sono i Denver Nuggets (128-107, 25 punti di Faried); i losangelini possono consolarsi con l’ennesima, ottima prestazione del rookie Kyle Kuzma, che chiude per la terza volta consecutiva come miglior marcatore di LA (21 punti).

Nelle altre gare, Charlotte supera Detroit (108-106), mentre Indiana e Dallas regolano rispettivamente Milwaukee (104-86) e Chicago (118-71). Vince anche Utah, che batte gli israeliani del Maccabi Haifa 117-78.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi