Reazione ‘esagerata’, un turno di stop per McCollum: “Non lo meritavo”

mccollum reazione portland




Una reazione troppo sopra le righe, almeno secondo la NBA, e una sanzione che fa discutere. Alla Lega più famosa al mondo non è affatto piaciuto il comportamento tenuto da CJ McCollum durante il match di preseason tra i Portland Trail Blazers e i Phoenix Suns.

Succede tutto nei primi minuti dell’ultimo quarto: il tiro di Leonard non trova il canestro, sul rimbalzo si fiondano Caleb Swanigan e Alex Len che cominciano a suonarsele. A quel punto interviene McCollum, che si trovava in panchina: il 26enne entra sul parquet per difendere il suo compagno di squadra ma viene immediatamente fermato e portato via da uno dei componenti dello staff di Portland prima che possa dare libero sfogo alla sua rabbia.

La NBA non ha perdonato l’atteggiamento del playmaker e ha optato per una sospensione, anche se solo per una giornata: McCollum salterà quindi la gara d’esordio dei Trail Blazers, che inizieranno la stagione – incredibile ma vero – proprio contro i Suns.

Una ‘punizione’ che lo stesso McCollum considera inopportuna: il giocatore avrebbe accettato lo stop se avesse riguardato una partita di preseason. “Avrei accettato anche una multa – ha detto McCollum – Ma avrebbero dovuto permettermi di giocare la gara d’esordio. Non era necessario sospendermi. Ma dovevo aspettarmelo, purtroppo pesa il mio passato”.

BRETT BROWN: “FULTZ NON PARTIRA’ TITOLARE” 

E’ senza dubbio uno dei giocatori più attesi di questa stagione. Markelle Fultz, scelto da Philadelphia nell’ultimo Draft, è considerato uno dei migliori talenti del panorama cestistico statunitense, ma evidentemente il suo attuale coach, Brett Brown, non lo considera ancora pronto per poter partire titolare nel quintetto dei Sixers.

Coach Brown lo ha comunicato all’emittente NBC, precisando che la scelta è dovuta principalmente alle non perfette condizioni fisiche di Fultz, che ha avuto infortuni alla spalla e al ginocchio. Al suo posto giocherà uno tra McConnell e Bayless.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi