Riecco Leonard, San Antonio batte i Nets (109-97): Popovich può sorridere

san antonio brooklyn popovich




Il Natale di San Antonio sta passando serenamente, e nell’ambiente c’è molta fiducia per il 2018. Anche ieri sera gli Spurs hanno confermato alcune certezze: su tutte, la forza complessiva con il roster al completo e in piena forma. Sì, perchè il rientro a regime di Kawhi Leonard, insieme ad un Aldridge sempre ad alti livelli e ad un infinito Ginobili, fanno sì che il team di Popovich possa ancora inserirsi tra le favorite alle Finals, mettendo a tacere quelle voci che vorrebbero gli “Speroni” un passo indietro rispetto non solo a Golden State e Cleveland, ma anche a Boston, Houston e Toronto.

Ieri è arrivata un’altra vittoria (109-97) all’AT&T Center, l’ennesima. Per la precisione l’undicesima consecutiva, a dimostrazione ulteriore di come San Antonio in casa sia praticamente insuperabile. Niente da fare per Brooklyn, che deve arrendersi di fronte al miglior Leonard della stagione (21 punti), senza dimenticare la bella prova di Aldridge (20) e lo zampino sempre decisivo di Manu Ginobili, che mette la firma sull’accelerata finale di San Antonio. I Nets disputano un buon primo tempo e restano in partita fino al terzo quarto, quando il break di 11-0 permette ai padroni di casa di mettersi ad una buona distanza dagli avversari. Brooklyn barcolla ma non molla, e negli ultimi minuti torna a -8 dalla truppa di Popovich: ci pensano Ginobili e Leonard a blindare la vittoria di San Antonio.

Subito dopo aver conquistato il primo posto nella Eastern Conference, Toronto cade a Dallas (98-93). Davvero una brutta serata per i canadesi, anche perchè DeMar DeRozan non scende praticamente in campo (solo 8 punti). I Mavericks giocano un’ottima gara, anche se rischiano grosso nel finale. Ai Raptors non bastano i 23 punti e 6 assist di Lowry.

Il duello per il quarto posto nella Eastern se lo aggiudica Detroit, che al Little Caesars Arena batte Indiana 107-83 grazie alle performance di Harris (30 punti) e del solito Drummond, che infila 21 punti e 18 rimbalzi.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi