Urlo Cleveland, Boston al tappeto: 116-86, serie riaperta (1-2)

boston cleveland




Per rompere quello che sembrava un autentico dominio, serviva una prova straordinaria da parte di tutti. JR Smith l’aveva detto dopo gara 2 persa malamente al TD Garden: se Cleveland voleva continuare a sperare nelle Finals, c’era bisogno che tutti gli elementi del roster provvedessero a rimboccarsi le maniche e ad aiutare LeBron James. Che è sì un fenomeno, ma non tutte le partite si possono vincere con un solo uomo.

Ieri sera, alla Quicken Loans Arena, la serie tra Boston e Cavs ha preso un’altra piega. La franchigia dell’Ohio è parsa completamente un’altra squadra rispetto alle prime due uscite in Massachusetts, mentre gli uomini di Stevens hanno tutti offerto una prova al di sotto della sufficienza. Il mattatore è stato ovviamente LBJ, che ha messo a referto 27 punti e ha regalato anche 12 assist ai compagni, ma è tutto il roster a disposizione di coach Lue ad aver dimostrato finalmente di “esistere”. Bene George Hill e JR Smith, bene Tristan Thompson a rimbalzo, bene anche Kevin Love, che ha chiuso con 13 punti e 14 rimbalzi e ha dato una grande spinta ai padroni di casa nel terzo quarto.

In casa Boston, invece, non ha funzionato nulla o quasi. Persino Tatum, autore anche ieri di 18 punti, non ha mai dato l’impressione di poter imprimere una svolta al match. Il resto ha fatto poco e niente: Rozier, Brown e Horford praticamente non pervenuti. Un passaggio a vuoto ci può stare, specialmente alla QLA, ma Stevens sa bene che altri passi falsi potrebbero diventare pericolosi.

La gara, terminata 116-86 per i Cavs, si racconta in poche parole. Cleveland domina già nel primo quarto, va sul +19 e consolida il vantaggio nel secondo. I Celtics non reagiscono, e nella ripresa i Cavaliers schiantano definitivamente gli ospiti, fino alla tripla di Korver che spedisce i locali sul +30. Il pubblico di casa si gode l’ultimo quarto senza patemi e si prepara a gara 4, in programma lunedì sempre a Cleveland.

 




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi