Westbrook non basta: Houston fa fuori Oklahoma (4-1). Utah e San Antonio sul 3-2

houston oklahomaE’ andata a finire come molti immaginavano all’inizio di questa stagione. Oklahoma viene eliminata al primo turno dei playoff da Houston, che chiude la serie (105-99) con un sonoro 4-1. La differenza sta tutto in un particolare, che poi particolare non è: Russell Westbrook ha giocato di nuovo da solo, mentre James Harden può contare su un gran bel gruppo, forte e affiatato, dove il “Barba” è sostanzialmente la ciliegi(o)na.

Il fenomeno dei Thunder ha mostrato ancora una volta tutto ciò di cui è capace: 47 punti, 11 rimbalzi e 9 assist, sfiorata la quarta tripla doppia nella serie, ma il resto della squadra è lontana anni luce dal suo campione. Lo si vede appena Westbrook va in panchina per tirare un pò il fiato: i Rockets spingono sull’acceleratore e schiantano Oklahoma. Al contrario, James Harden (34 punti) può permettersi di tanto in tanto di far riposare la caviglia destra, perchè ci sono Beverley, Williams, Capela e Nene. Per farla breve, c’è un collettivo.

RW lascia così i playoff nonostante la miglior stagione individuale nella storia dell’NBA. Anche in gara 5 è stato sempre lui a prendere per mano Oklahoma e a tenerla in partita: specialmente nel terzo periodo, quando ha realizzato 20 punti che hanno riportato in Thunder avanti di 7. Allo stesso modo non si è arreso quando tutto sembrava perduto, riportando i suoi sul 97-101 con 12 secondi da giocare. Per sapere se sarà almeno MVP dovrà aspettare il 26 giugno.

La doppia sconfitta a Memphis andava riscattata: San Antonio ci è riuscita, battendo i Grizzlies 116-103 con la solita grande prestazione di Kawhi Leonard (28 punti e 6 assist). Gli Spurs vanno così sul 3-2.

Di nuovo in vantaggio anche gli Utah Jazz (sempre 3-2), che grazie ad una prova autoritaria sbancano lo Staples Center 92-96. I ritorni di Hayward e Gobert fanno bene alla franchigia di Salt Lake City, che ora in gara 6 ha la grande chance davanti al proprio pubblico di buttare fuori i deludenti Clippers e guadagnarsi i Warriors.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi