Westbrook stellare, tripla doppia di media! Atlanta ‘giustizia’ anche i Cavs

westbrook tripla doppia Russell Westbrook sempre più nella storia. Dopo aver raggiunto Oscar Robertson in cima alla classifica dei maggiori realizzatori di triple doppie in una sola stagione, il top player di Oklahoma si è assicurato la certezza di chiudere il 2016-2017 in tripla doppia di media, grazie all’820° assist dell’anno a 10’36” dalla fine del terzo quarto. Westbrook è il secondo nella storia dell’NBA a riuscire in questa impresa: prima di lui proprio Robertson, nella stagione 1961-1962.

“Brodie” è andato ad un passo anche dal suoerare Robertson sul numero di triple doppie e diventare così definitivamente leggenda: 23 punti, 12 rimbalzi e 8 assist per RW, che ha ancora tre partite per centrare questo straordinario obiettivo.

Nonostante un Westbrook spaziale, Oklahoma è letteralmente sprofondata alla Talking Stick Resort Arena contro Phoenix (120-99). La freschezza giovanile dei Suns non ha lasciato scampo ai Thunder: sugli scudi il piccolo fenomeno di casa, Devin Booker, che punisce OKC con 37 punti di cui 21 negli ultimi 12′. Phoenix gioca un ottimo primo tempo, dove i Thunder appaiono già in grossa difficoltà. E’ proprio Westbrook a prendere per mano i suoi ad inizio ripresa, ma le speranze di rimonta durano ben poco: nell’ultimo quarto Booker è immarcabile, Oklahoma deve arrendersi.

Dopo il successo di Cleveland a Boston e la conseguente nuova sconfitta dei Celtics contro Atlanta, il primo posto a Est sembrava praticamente assegnato ai campioni in carica. Invece gli Hawks ‘giustiziano’ anche i Cavs, rifilando un 114-100 che rovina (leggermente) i piani di coach Lue: Boston può ancora sperare.

Davvero una prestazione ‘sciatta’ dei Cavaliers, che mostrano le loro potenzialità solo ad inizio ripresa, quando volano sul +8. Ma l’ultimo quarto è tutto di marca Hawks: le triple di Hardaway (22 punti) schiantano i padroni di casa, a nulla servono i 27 punti di LeBron. Cleveland cade davanti al suo pubblico, e dalle parti della Quicken Loans Arena tornano dubbi e preoccupazioni.

Inutili i 33 punti, 12 assist e 9 rimbalzi di James Harden: Houston cede in casa contro Detroit (109-114).

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi