Basket USA, addio alla leggendaria Pat Summitt. Obama: “E’ stata un modello”




patsummittIl basket statunitense è in lutto. Si è infatti spenta a 64 anni la leggendaria Pat Summitt, allenatrice che è riuscita a portare Tennessee sul tetto del college basket per ben otto volte.

La donna era affetta da tempo da una grave forma di Alzheimer, che l’aveva costretta a interrompere anzitempo la sua carriera.

Una figura storica non solo per la palla a spicchi, ma per tutto lo sport americano: la Summitt, paragonata per importanza alla tennista Billie Jean King, ha infatti ottenuto il record di 1098 vittorie in Division I, primato assoluto per un coach (uomo o donna).

Ricchissimo il suo palmares: 8 volte campione NCAA e 5 volte coach dell’anno, un oro alle Olimpiadi di Los Angeles (1984) e un argento a quelle di Montreal (1976, come giocatrice).

Dal 2013 fa parte della FIBA Hall of Fame, mentre già dal 2000 Pat Summitt è membro della Naismith Hall of Fame. Nel 2012 è stata anche insignita della “Medaglia Presidenziale della Libertà”.

Commosso il ricordo del Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, da sempre grande appassionato di basket. “Pat Summitt è stata un modello per milioni di americani, comprese le nostre due figlie – ha detto Obama – Quando cominciò alla guida del Tennessee a 22 anni, era lei che doveva lavare le uniformi”, a dimostrazione di come la Summitt fu una vera e propria ‘apripista’ nel suo sport. Basti ricordare un curioso aneddoto che la riguarda: un mese prima della vittoria del suo ultimo campionato, nel 2008, si era slogata una spalla cercando di cacciare un orsetto lavatore dal patio della casa di Knoxville, poi per due ore aveva cercato di rimettersela a posto da sola prima di chiamare il medico.

Co-capitana della Nazionale Olimpica nel 1976, fece vincere alla squadra una medaglia d’argento, poi portò le ragazze a stelle e strisce all’oro ai giochi del 1984 a Los Angeles: in quella squadra erano presenti Cheryl Miller, sorella di Reggie, Janice Lawrence e Pam McGee, madre di JaVale. “Tutte le studentesse che giocavano con lei in Tennessee sono anche arrivate alla laurea“, ha sottolineato con orgoglio il Presidente USA.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi