Italbasket: ecco i nomi per il dopo Ettore Messina




Ecco i candidati papabili alla successione di Ettore Messina e le dichiarazioni di Petrucci che ha difeso l’operato del coach degli Spurs

Ettore Messina si allontana dal futuro della nazionale azzurra di basket, dopo la brutta scoppola subita contro la Croazia che ha compromesso di fatto la partecipazione dell’Italbasket a Rio 2016. Ed è già partito il toto-nomi per il successore del tecnico degli Spurs e sono già tanti i nomi dei papabili.

Non è escluso che il nome del futuro coach della nazionale possa venire dall’estero, ma al momento le soluzioni ‘italiane’ sembrano quelle vagliate dalla Federazione. Trinchieri, Sacchetti e Sacripanti, secondo l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, rappresentano il ventaglio di soluzioni attualmente in mano alla federazione. E secondo la ‘rosea’ sarebbe stato delegato proprio ad Ettore Messina il compito di scegliere il suo successore che sarebbe stato individuato in Sacripanti.

L’ex coach di Cantù sarebbe la soluzione più vicina alle necessità dell’Italbasket per rilanciarsi dopo le tante delusioni patite. Sacripanti ha già guidato la nazionale Under 20. E’ un tecnico che ha dimostrato in passato di sapere lavorare con i giovani e potrebbe essere l’ideale allenatore a tempo pieno che serve alla nazionale per costruire una squadra vera e non un semplice assembramento di grandi giocatori.

Petrucci conferma il progetto di Ettore Messina

E’ possibile che il nuovo coach possa rappresentare un prolungamento di Messina che rimarrebbe ancora supervisore della nazionale ma che non potrà di certo rinunciare al delicato incarico in Nba. E’ stato lo stesso Petrucci, il presidente della federazione, a difendere l’operato di Ettore Messina promettendo che il suo progetto continuerà. ‘Non si può bocciare un progetto per una sconfitta ai supplementari – ha dichiarato il numero uno del basket italiano – e non si può buttare a monte un grande lavoro che è stato realizzato con grande correttezza’.

Petrucci, nel difendere l’operato di Messina e la professionalità dei giocatori ha fatto un parallelismo con la nazionale di calcio: ‘I nostri campioni sono come quelli della nazionale di calcio che avete osannato per una eliminazione nei quarti di finale. Quello che è valso per la squadra di Conte adesso deve valere anche per noi‘.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi