Repesa, bastone e carota ai propri giocatori dopo la folle prestazione contro il Darussafaka




Ecco le parole di Repesa dopo il successo  in rimonta contro i turchi del Darussafaka, che ha riaperto i giochi per i playoff.

Ventisette di minuti da incubo per la squadra di Jasmin Repesa, poi l’Olimpia Milano ha riordinato le idee giocando un basket stellare. Simon si è ricordato di essere un grande tiratore, Sanders ha fatto la voce grossa sotto le plance e la sorpresa Pascolo ha messo in mostra tutta la propria classe, contribuendo in modo determinante al successo in rimonta contro il Darussafaka.

‘Sono soddisfatto per la vittoria – ha dichiarato Repesa a fine gara – e faccio i complimenti alla squadra, non era facile ribaltare una partita quasi completamente persa. Non funzionava nulla. Dobbiamo prendere una lezione da questa partita. Nella prima parte dovemo imparare come non si deve giocare mentre nella seconda parte come si deve giocare’.

Già, proprio la continuità è stata un tallone d’Achille per il quintetto milanese che appariva intimorito inconcludente per due tempi e mezzo, ma che ha saputo poi sfoggiare tutta la classe che di certo non manca al roster delle Scarpette Rosse: ‘Può essere una partita molto utile – ha proseguito Repesa in conferenza stampa – se avessimo continuato come nel primo tempo sarebbe stata una vergogna. Dobbiamo trovare continuità nell’approccio alla partita e trovare sempre la voglia di vincere. Se l’avversario sarà più forte gli faremo i complimenti. Oggi abbiamo fatto vedere a noi stessi come possiamo giocare e abbiamo capito quanto ci siamo vergognati dei primi 27 minuti. Nel finale abbiamo sempre preso buoni tiri e in difesa il cambio sui blocchi è stato attivo, non passivo come all’inizio’

Una nota di merito non poteva mancare per la prestazione di Davide Pascolo, autentico match winner per l’Olimpia: ‘Con la sua intelligenza – ha dichiarato il coach – ha cambiato la partita, ha sfruttato lo svantaggio contro Zizic, tutti si aspettavano subisse ma invece ha trasformato la cosa in vantaggio attaccandolo in maniera dinamica. Lo ha messo fuori partita’.




Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi