I paperoni della NBA: il vorticoso e redditizio business di LeBron James

nba




Anche quest’anno, il prestigioso rotocalco Forbes, la più importante rivista finanziaria a livello internazionale, ha pubblicato la classifica dei giocatori più pagati della NBA, dominatrice assoluta dal mondo del basket sotto ogni punto di vista: sportivo, economico e finanziario. Una leadership assoluta che è ben rimarcata scorrendo i nomi, e soprattutto le cifre, pubblicate dal giornale statunitense.

Nessuna sorpresa in vetta alla classifica, dove domina, incontrastata, una leggenda vivente come LeBron James, che risulta al primo posto di questa graduatoria per il settimo anno consecutivo. La parola “crisi”, evidentemente, non ha toccato minimamente il salario del cestista dei Lakers, che arriverà a guadagnare quasi 100 milioni nell’anno attualmente in corso, di cui ben 65 derivanti da sponsorizzazioni e operazioni di marketing.

Lo straordinario successo di Blaze Pizza

Introiti che consentiranno a LeBron di diventare il quinto sportivo a sfondare quota 1000 miliardi di guadagni in carriera, impresa riuscita ai soli Tiger Woods, Cristiano Ronaldo, Leo Messi e Floyd Mayweather. Se il Basket è stato, per quanto ovvio, il mezzo principale che ha consentito all’americano di guadagnare fama e denaro, l’impero è stato costruito grazie alla sapienza con la quale ha saputo gestire i propri risparmi.

Emulando i migliori trader presenti sui mercati, che diversificano adeguatamente i propri risparmi dopo aver valutato se i bitcoin siano davvero un buon investimento oppure se i mercati azionari potranno proseguire il rally iniziato all’indomani dell’annuncio della scoperta del vaccino, LeBron James ha dimostrato di avere fiuto per gli affari, decidendo di allocare parte dei propri denari in società che hanno generato un’ottima redditività.

Basti pensare alla quota posseduta in Blaze Pizza, catena di fast pizza di cui è socio al 10%. Un investimento che alcuni analisti, nel 2012, definivano azzardato ed invece si è rivelato vincente. In pochi anni, Blaze Pizza ha guadagnato una fetta importante del mercato a stelle e strisce, passando da 2 a 200 ristoranti nell’arco di un quinquennio e facendo registrare la crescita più veloce di un’impresa negli Stati Uniti.

Il food, però, non è l’unico settore dove il buon LeBron ha diversificato i propri denari. Il polivalente cestista dei Lakers, infatti, è stato il co-fondatore – con Cindy Crawford, Lindsay Vonn e Arnold Schwarzenegger – di un’azienda del settore “benessere e salute”, creata nel 2018 ed operante nel mondo del web. Un investimento iniziato col piede giusto e che sembra aver retto l’onda d’urto della crisi economica causata dall’emergenza sanitaria.

Gli investimenti nel mondo dello sport e il sogno di emulare “Air” Jordan

LeBron, inoltre, ha investito una parte del patrimonio anche in ambito sportivo, diventando socio della Fenway Sports Group (FSG), una holding americana proprietaria dei Red Sox Boston e del Liverpool Football Club. D’altro canto, James non ha mai nascosto l’ambizione, di imitare il suo idolo Michael Jordan, proprietario di una franchigia della NBA, i Charlotte Hornets.

Sulle orme del proprio mito, il cestista dei Lakers è sbarcato nel mondo del cinema diventando il protagonista dell’atteso sequel di Space Jam, nel quale recitò, nell’ormai lontano 1996, Michael Jordan. Un passo che gli potrebbe spalancare le porte per una carriera post-basket, con Hollywood pronto ad accoglierlo a braccia aperte.

Nella classifica dei paperoni della NBA, il secondo posto è occupato da Stephen Curry: il playmaker dei Golden State Warrior vanta un guadagno di quasi 75 milioni, di cui oltre il 60% derivante da contratti di sponsorizzazione. Il gradino più basso del podio, invece, è occupato da Kevin Durant, ex compagno di Curry in quel di San Francisco, che chiuderà il 2021 con entrate pari a 65 milioni e la speranza, fin qui disattesa, di portare i Nets oltre alla semifinale di Conference.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi