Playoff, semifinale gara 1: colpaccio Venezia, Milano cade in casa




playoff semifinaleBuona la quinta! Dopo 4 sconfitte nei precedenti 4 incontri stagionali, Venezia riesce finalmente a battere Milano, per giunta sul parquet dell’Olimpia. E lo fa forse nell’occasione migliore, ovvero gara 1 della semifinale playoff: un 77-84 che regala alla Reyer il primo punto della serie.

Milano parte bene ma subisce man mano il gioco veneziano: in particolare, la Reyer non sbaglia quasi niente da 2, mentre l’Olimpia è disastrosa nel tiro da fuori.

Il primo quarto è segnato dall’equilibrio: Milano prova subito a scappare, il break di 9-0 degli ospiti glielo impedisce. La prima frazione termina sul 21-21. Il secondo quarto procede all’incirca sulla falsariga del primo: nessuno riesce a prendere in mano le redini del gioco, la partita continua a non avere un protagonista assoluto. Al 15′ il canestro di Macvan dà il pareggio a Venezia, ma Milano vuole chiudere in vantaggio il primo tempo: ci riesce con un minibreak basato su un’ottima difesa e precisione sotto canestro. 43-38, un + 5 che lascia ben sperare la folla del Forum.

Nel secondo tempo il match cambia decisamente registro. Sul parquet scende un’altra Reyer – che pure aveva fin qui retto l’urto dell’Olimpia – e la differenza si vede tutta: subito un super break di 16-0, massimo vantaggio per gli ospiti. Olimpia imbambolata e incapace di reagire, Venezia ne approfitta e continua a colpire. Al 30′ la Reyer è sopra di 13 (66-53), Repesa le prova tutte ma è proprio una giornata no. Nelle battute finali Milano tenta una reazione, ma senza mai avvicinarsi troppo: vince Venezia, che espugna il Mediolanum Forum e conquista meritatamente gara 1.

Brutta gara per l’Olimpia, nonostante un ottimo Sanders (28 punti). Gara 2 è in programma sabato, sempre a Milano. La serie che si pensava più scontata si preannuncia tirata e combattuta. Vedremo se Milano sarà subito in grado di riscattarsi o se Venezia proverà ancora a stupire: un nuovo successo darebbe una convinzione enorme ai ragazzi di coach De Raffaele, spalancando le porte della finale scudetto.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi